Il lago di Fiastra

San Lorenzo al Lago è il paese che sorge sulle rive del lago di Fiastra ed ebbe origine dopo che l’invaso venne completamente riempito. Il suo nome San Lorenzo deriva da un piccolo paese che si trovava sul fondo della valle chiamato San Lorenzo al Fiume e che, insieme ad altri piccoli nuclei abitativi, venne per sempre sommerso dalle acque.

Nei periodi in cui il livello delle acque si abbassa,è possibile ancora oggi vedere alcuni elementi del vecchio paese riemergere in superficie,questo accade nei periodi invernali e primaverili quando i livelli non vengono mantenuti a pieno e costante regime come nel periodo estivo.

L’area intorno al lago era già nota da un punto di vista archeologico ben prima della costruzione della diga. Molteplici furono le scoperte fatte in prossimità di San Lorenzo al Fiume: tombe con corredi sacri, frammenti di vasi di ceramica attribuiti al neolitico, lame, raschiatoi e grattatoi che servivano all’uomo paleolitico per cacciare e per grattare le pelli. Oggi questi tesori e reperti appartenenti al passato sono stati restituiti alla comunità marchigiana e custoditi presso il Museo archeologico nazionale delle Marche.

Il lago è un serbatoio di energia preziosa e le sue acque vi colpiranno e stupiranno per la loro limpidezza ed intensità di colore. Azzurro chiaro, azzurro scuro, turchese, zaffiro, verde smeraldo, blu cobalto, numerose sono le sfumature che vi appariranno e che saranno sempre diverse con il variare della luce, della luminosità e degli scorci e promontori da cui lo ammirerete. La riva del lato sinistro risulta essere molto scoscesa e pertanto non particolarmente accessibile mentre quella del lato destro, molto più pianeggiante, è costeggiata oltre che dalla strada principale, da un comodo sentiero posto proprio a ridosso del lago percorribile sia a piedi che in bicicletta.

Oltre alla sua funzione idroelettrica, il Lago di Fiastra è anche una grande attrattiva turistica grazie alla sua bellissima posizione. Circondato da monti e boschi è un luogo ideale per trascorrere piacevoli giornate lungo le sue rive.

E' possibile rilassarsi prendendo il sole sulla riva adiacente al campeggio oppure praticare la vela, il canottaggio e similari sport acquatici.

In questo incantevole scenario che è il Lago di Fiastra e che sono i Monti Sibillini da molti anni, tra il mese di giugno e quello di luglio,si svolge il “Triathlon dei Monti Sibillini” ovvero una competizione sportiva a cui prendono parte centinaia di partecipanti provenienti da tutt’Italia.

Inoltre il Lago è scenario di molte competizioni di pesca sportiva e pesca nottura che si svolgono e sono organizzate durante l’anno e che permettono di pescare utilizzando la tecnica a fondo o a spinning, di carp-fishing, al tocco con canna fissa di 4 mt. ed all’inglese. Il Lago di Fiastra è popolato da trote, cavedani, vaironi, barbi, carpe, tinche, scardole, salmerini, lucci e persici.

Letto 2215 volte
Altro in questa categoria: « Cultura nel Parco Nazionale